Torna la fiera di San Luca dopo due anni di stop

Domenica 17 ottobre la manifestazione nel centro storico del paese. Rigide norme anti-Covid. Tra le novità un ristorante mobile

CASTEL GOFFREDO. Domenica 17 ottobre, dopo due anni di stop, ritorna la fiera di San Luca, compatrono del paese assieme a Sant’Erasmo, un’antica manifestazione popolare del centro storico. «Questa ripartenza – dicono gli organizzatori – testimonia la voglia di fare fatto squadra per dare vita a questo momento di valorizzazione delle attività produttive, artigianali e dell’associazionismo del territorio. Rappresenta un altro segnale di ripartenza concreto e significativo, che conferma la voglia di riprendersi la propria quotidianità e di scegliere di guardare a un futuro di crescita e sviluppo».

Anche per la fiera, dunque, dovranno essere rispettate regole e disposizioni di sicurezza già definite.

L’accesso all’area fiera sarà consentito ai soli possessori di green pass (o in alternativa, di certificazioni di tampone rapido o molecolare negativo o di avvenuta guarigione), siano essi visitatori e operatori commerciali. Regole anche per gli espositori. In particolare sono previsti: obbligo di indossare la mascherina per operatori e avventori anche in presenza del distanziamento minimo di un metro nell’area di vendita. Sono stati pianificati servizi di controllo da parte della polizia locale, che insieme alla preziosa collaborazione dell’associazione di protezione civile e dell’Associazione nazionale carabinieri in congedo (Anc) verificheranno che la manifestazione si svolga in sicurezza.

Previsti controlli a campione per verificare che i visitatori siano in possesso del green pass come previsto dalla normativa nazionale, in vigore dal 6 agosto, che obbliga gli utenti a mostrare il certificato verde per accedere alle fiere e ad altri tipi di eventi.

Per passeggiare all’interno della fiera sarà necessario indossare la mascherina, e mantenere il distanziamento. «Come amministrazione comunale abbiamo deciso di invitare nella nostra piazza tutte le associazioni, i negozi di vicinato e i pubblici esercizi di Castel Goffredo gratuitamente, in modo di dar loro una nuova possibilità di pubblicizzare le loro attività che hanno subito pesantemente le chiusure in periodo Covid. Sono molteplici le informazioni e curiosità che troverete in piazza Mazzini, per esempio un ristorante mobile, una specie di navicella telecomandata e all’interno ci sarà uno chef che preparerà gustosi piatti per soddisfare anche i palati più esigenti. Abbiamo inviato 222 mail e chi fosse interessato a partecipare deve comunicarlo all’ufficio di polizia locale, indicando le metrature necessarie».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Rincari delle bollette: quali le cause? Si potranno evitare? Quali conseguenze? Risponde l'esperto

La guida allo shopping del Gruppo Gedi