Contenuto riservato agli abbonati

Omicidio a Mantova, la testimonianza: «Come un film dell’orrore, ho visto il ferito piangere e agonizzare per strada»

Il racconto di una testimone affacciata al balcone: «Scena terribile». E tra residenti e commercianti monta la rabbia: «Siamo periferia, viviamo con la paura»

MANTOVA. «Mi sembrava di essere dentro un film dell’orrore». Un brutto film, che adesso continua a bombardarle la testa annodandone i pensieri in un grumo di paura, pena, sconcerto. Stefania Corbellani ha assistito ai minuti immediatamente successivi all’accoltellamento del 21enne, poi morto in ospedale. Ha seguito la scena dal suo balcone di via Bonomi, affacciata a viso aperto, non dietro alle tende delle finestre chiuse.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Vita e opere dell'arpista Clelia Gatti nel video girato al cimitero di Mantova

La guida allo shopping del Gruppo Gedi