Contenuto riservato agli abbonati

Prova green pass: aziende mantovane in ordine sparso

LaPresse

In Bondioli e Pavesi accordo con la Fiom per tamponi in fabbrica pagati dalla società. Convenzioni per Verallia e Lubiam

MANTOVA. C’è l’azienda che ha deciso di pagare il tampone ai dipendenti non vaccinati somministrandolo in fabbrica e ci sono quelle che hanno siglato convenzioni con laboratori e farmacie perché i loro lavoratori abbiano una corsia preferenziale per i test anti-Covid. Nel giorno X dell’obbligo green pass nei luoghi di lavoro pubblici e privati le imprese mantovane si muovo in ordine sparso per scongiurare il rischio di carenza di personale causa overbooking tamponi nelle farmacie.

Il

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Ponte di San Benedetto Po, l'attesa del varo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi