Contenuto riservato agli abbonati

In Asst sospesi 47 sanitari No vax, Mantova ha il primato regionale

Tra i ribelli al vaccino anche cinque medici, ma tutti ricollocati con altre mansioni

MANTOVA. Sono 399 i dipendenti sanitari non vaccinati che lavorano nelle strutture pubbliche della Lombardia attualmente sospesi e senza stipendio in base alla normativa anti Covid che ha reso obbligatoria la vaccinazione di chi opera non mondo della salute a stretto contatto con i pazienti.

Il numero più alto a livello regionale si registra nell’Asst di Mantova con 47 sospensioni, mentre il più basso è all'Ats di Milano con 2 casi.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Ponte di San Benedetto Po, l'attesa del varo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi