Una guida mantovana dietro al trionfo ai Mondiali di foto sub

Il capo delegazione in Portogallo è stato Mario Genovesi:«Ho sempre avuto una grande passione per il mare»

MANTOVA. C’è una mano tutta mantovana dietro la vittoria della Nazionale azzurra ai Campionati mondiali di fotografia e video subacqueo svoltisi dal 4 al 9 ottobre scorsi sull’isola portoghese di Porto Santo, nell’Oceano Atlantico. Il capo delegazione Mario Genovesi infatti, pur vivendo attualmente a Firenze dove ha frequentato l’università, è mantovano di nascita ed è uno dei massimi esperti del settore a livello internazionale. Basti pensare che la sua avventura al seguito della nazionale azzurra formatasi sotto l’egida della Fipsas è iniziata nel 2013, prima come commissario tecnico e poi, dal 2019, come responsabile del settore fotografia subacquea della Fipsas e capo delegazione delle spedizioni azzurre che hanno preso parte agli ultimi due campionati del mondo.

Da commissario tecnico ha conquistato con i fotografi azzurri, tra Mondiali ed Europei, ben 18 medaglie, cui si sommano le sei che sono arrivate rivestendo il ruolo di capo delegazione.

«Svolgo le professioni di fotografo e di giornalista – racconta Genovesi – e ho sempre avuto una certa passione per il mare. Qualche anno fa mi è capitato con un collega di vivere un’esperienza alle Maldive e da lì ho iniziato questo percorso che mi lega alla fotografia subacquea. Vivo a Firenze, dove ho frequentato gli studi, ma sono a nato a Mantova e tutti i miei parenti sono lì da voi. Complice il lockdown è parecchio tempo che non vengo dalle vostre parti, rimedierò quanto prima».

Negli ultimo Mondiali a Porto Santo la Nazionale ha fatto quasi un en-plein. Quattro le medaglie: un oro per Guglielmo Cicerchia nella categoria grandangolo con modella fotosub (modella Iwona Molsa), un argento con Francesco Sesso nella stessa categoria (modella Alessandra Pagliaro), due bronzi con lo stesso Francesco Sesso nella categoria pesce fotosub, e con Enrico Rabboni, assistito da Roberto Grandoni nella categoria movie videosub. Una grande prova dunque per tutta la squadra, che tra l’altro ha avuto a che fare con condizioni meteomarine tutt’altro che semplici, con correnti molto forti a tutte le profondità.

Video del giorno

Metropolis/13, Folli: "Se fossi Salvini ci penserei due volte a candidare Casellati"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi