La trappola della profilazione: «Ma sottrarsi è possibile»

Il presidente di Federconsumatori invita a un consumo consapevole: «È la chiave di volta per raggiungere un utilizzo sostenibile delle risorse»

MANTOVA. Vero, se si è inciampati in una trappola o si ha il sospetto di essere stati sfiorati da una truffa, c’è sempre Federconsumatori a cui rivolgersi – che a Mantova risponde ai numeri 3357126602 e 3472304492 – ma il servizio di “pronto soccorso” non esaurisce lo spirito dell’associazione. Al contrario, come rivendica il presidente provinciale Luigi Pace: «Il grande compito di Federconsumatori è quello di educare a un consumo consapevole per prevenire eventuali truffe. La pretesa di trasparenza da parte di chi produce, opera e propone l’affare devo accompagnarsi a questa attività di educazione del consumatore».

Per Pace la missione di Federconsumatori deve essere quella di riequilibrare, fino ad allinearla, la relazione tra chi produce e chi consuma, perché «il potere di orientare il mercato è nelle mani dei consumatori». Missione complicata ma non impossibile, che vuole rovesciare gli attuali rapporti di forza. Pace punta l’indice contro la profilazione degli utenti, ovvero l’attività di raccolta di informazioni che, incrociate tra loro, restituiscono preferenze, abitudini, scelte commerciali. Ma anche ideologie e debolezze. Informazioni che possono essere usate come un grimaldello per forzare eventuali resistenze, blandire, truffare. La trappola del finto trading online ne è un esempio (leggi articolo principale).

«Basta un’innocua tessera del supermercato per finire “schedati” – argomenta Pace – e poi ci sono i social network, Facebook, Twitter, Instagram e decine di altre attività online che, sulla base delle nostre preferenze, tracciano la nostra identità. Il guai è che, spesso, la raccolta dei dati avviene al limite della legalità». Un gioco sottile, mascherato da marketing.

La chiamata al consumo consapevole vuole scardinare proprio questo meccanismo, ribaltandone i termini: se sono le nostre preferenze, organizzate nei nostri profili, a indirizzare la produzione, allora la chiave del mercato è nelle nostre tasche. «Un consumo ragionato rappresenta la chiave di volta per raggiungere in fretta un utilizzo delle risorse che sia etico e sostenibile» sostiene il presidente di Federconsumatori Mantova.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Il calciatore del Newcastle regala un Rolex a un tifoso: la reazione è esilarante

La guida allo shopping del Gruppo Gedi