Via libera dal consiglio di Porto Mantovano al piano per la scuola

PNT PHOTOS Daniele Pontiroli Mantova

Le tariffe sono invariate

PORTO MANTOVANO. Via libera in consiglio comunale al piano per il diritto allo studio 2021-2022. Ha una consistenza di 899.550,50 euro. Il piano è stato approvato a maggioranza .

Le tariffe dei servizi scolastici restano invariate pur a fronte di maggiori costi per la sicurezza anti Covid e di innovazioni che l’amministrazione ha promosso. Viene confermata l’anticipazione oraria del prescuola ed entrano in vigore le nuove fasce Isee per la mensa, «che distribuiscono più equamente la spesa a carico degli utenti» spiegano dal Comune. Una politica «di sostegno alle famiglie che ha spinto al rialzo, in particolare, le iscrizioni ai servizi prescuola (da 206 dell’anno precedente a 225 attuali) e doposcuola nella primaria (da 15 a 36)».

«La sfida principale è stata quella di consentire una ripresa in presenza in piena sicurezza, garantendo i servizi necessari alle famiglie per la conciliazione dei tempi» spiega l’assessore alle politiche scolastiche, Davide Bollani. In tema di offerta formativa, i progetti proposti riguardano la promozione della lettura, lo sviluppo della mobilità sostenibile con la riattivazione del bicibus, in previsione dell’individuazione di “aree scolastiche”, e l’educazione ai valori del bene comune.

Sono stati finanziati, inoltre, tutti gli undici progetti proposti dall’istituto comprensivo, che riguardano la psicomotricità, il gioco degli scacchi, Amico B.E.S., sport, la lingua inglese, la digitalizzazione, l’intercultura, lo psicologo a scuola.

«I percorsi interrotti dalla pandemia saranno ripresi per integrarsi con le attività programmate in tema di progetti didattici, potenziamento disciplinare e cura alle fragilità, che sono state completamente finanziate» continua Bollani. Per l’assistenza ad personam, sono state in particolare pianificate 364 ore settimanali per una spesa prevista di 265.965,68 euro.

Video del giorno

Omnia Mantova - Nella casa intatta di Osanna Andreasi

La guida allo shopping del Gruppo Gedi