Contenuto riservato agli abbonati

Un freno alla febbre da slot: stessi orari in trentatré Comuni del Mantovano

Uno degli scatti realizzati nell’ambito del progetto di contrasto all’azzardo patologico “Come gioco?”

Si parte dall’ambito di Mantova: macchine spente per sedici ore al giorno. Nella nostra provincia i giocatori a rischio di azzardopatia sono ottomila

MANTOVA. Lo sanno bene gli assistenti sociali che ogni giorno contano danni, macerie e cicatrici di una dipendenza che soltanto in provincia di Mantova minaccia 8mila persone e 10mila famiglie. Brutta bestia, l’azzardopatia, che gioca con la disperazione di chi insegue un riscatto impossibile, accanendosi fino a guastarsi la vita.

La buona notizia è che l’armonizzazione delle fasce orarie per il funzionamento delle slot (e dei relativi regolamenti) è cosa quasi fatta, almeno per i 14 comuni dell’ambito di Mantova.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

L'industriale dona due milioni al Comune e posa la prima pietra dell'asilo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi