Pannelli fotovoltaici per cinque scuole di Mantova. Il Comune: «Così risparmieremo»

L’amministrazione ottiene il contributo del bando per l’energia green. L’assessore ai lavori pubblici, Nicola Martinelli: «Li installeremo anche in altri edifici»

MANTOVA. Convertire l’alimentazione elettrica degli edifici comunali a una modalità green e meno costosa per le casse municipali. È uno degli indirizzi che si è data l’amministrazione di via Roma e che nella seduta di giunta di mercoledì ha fatto un passo concreto. L’esecutivo comunale ha ufficializzato con delibera la vittoria al bando Axel (che Regione Lombardia aveva rifinanziato con venti milioni lo scorso settembre), che prevede l’installazione di pannelli fotovoltaici (trasformano l’energia solare in energia elettrica) sui tetti di cinque scuole cittadine.

Gli edifici che beneficeranno degli impianti, riducendo in questo modo l’utilizzo di elettricità dalla rete, sono la media Bertazzolo (palestra compresa) e le materne Anna Frank, Soncini, Visentini e Peter Pan. L’installazione è prevista per la primavera del 2022.

«Il costo degli interventi è di 214mila euro – precisa una nota stampa dell’amministrazione comunale – 98mila finanziati dal ministero dell’Interno e 116 dal Comune. Gli investimenti sono destinati a interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile».

«Il risparmio energetico è uno dei temi al centro dell’attenzione per i lavori pubblici – spiega l’assessore alla partita, Nicola Martinelli – Come sappiamo l’energia elettrica ha registrato un aumento di prezzo che pesa sui bilanci pubblici come su quelli privati. Per questo motivo stiamo pianificando interventi sulle scuole comunali per aumentare la quota di energia elettrica prodotta in autonomia. E siamo attenti ai bandi che mettono a disposizione risorse per queste tecnologie applicate sugli edifici pubblici. Abbiamo individuato anche altri immobili comunali che necessitano di un alto consumo di energia e sui quali vogliamo intervenire. Ad esempio la stessa sede dell’assessorato ai lavori pubblici (Te Brunetti). Occorre tuttavia valutare edificio per edificio, perché non in tutti è possibile installare un sistema fotovoltaico efficiente. Anche la sede della polizia locale è ad alto consumo, ma la presenza di molti alberi attorno renderebbe i pannelli meno efficaci per la copertura del fabbisogno. Dovremo valutare il rapporto costi benefici. È stato calcolato che nella sede della polizia locale, l’impianto fotovoltaico potrebbe produrre tra i 15 e i 20 chilowattora, contro i 30 che produrranno gli impianti pianificati nelle cinque scuole e i 40/50 stimati per la sede dell’assessorato. Abbiamo scelto di finanziare i lavori in queste cinque scuole perché rispondono ai requisti per ottenere risultati significativi. Faremo comunque interventi come questo anche su altri edifici scolastici di nostra proprietà».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Mantova-Renate, soddisfatto mister Lauro: "Buona prova dei miei"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi