Erbacce e marciapiedi sconnessi «Degrado fuori dalle scuole di Viadana»

I genitori si lamentano della trascuratezza di alcune aree. Il gruppo Uniti presenta un’interrogazione

VIADANA. Diversi genitori lamentano situazioni di degrado e trascuratezza nelle aree scolastiche del territorio. Stando alle segnalazioni, in prossimità dell’ingresso della scuola materna Cicognara-Cogozzo le erbacce, ormai libere di proliferare, costringono alunni, famigliari e personale scolastico a sostenere quotidianamente un percorso a ostacoli. Il marciapiede davanti alla primaria di Cicognara risulta invece completamente disastrato e pieno di buche, potenzialmente pericoloso per i pedoni. Alla materna di Carrobbio, interessata a partire dai mesi estivi da lavori di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza, le strutture del cantiere e le attrezzature non sono state invece rimosse in tempo, prima dell’inizio dell’anno scolastico, e sono rimaste di fatto sino al 10 ottobre.

Sulla situazione della scuola di Carrobbio, presenterà una interrogazione il gruppo consigliare Uniti per Viadana. «L’elenco dei lavori di manutenzione – ricorda il capogruppo Adriano Saccani – era frutto di un accordo maggioranza-opposizione. Da quello che possiamo vedere, al momento diverse delle opere previste non risultano però eseguite». L'elenco fornito da Saccani: la riparazione, e ove necessario la sostituzione, delle lattonerie di copertura, in particolare di alcuni tratti di gronda e di tutti i pluviali; la sistemazione della copertura con posa di una guaina catramata impermeabilizzante sotto i coppi; le opere a verde di sistemazione del cortile, con posa di un grande gioco per esterno; la sostituzione di parte della recinzione metallica esistente. Il gruppo Uniti per Viadana presenterà un’interrogazione in vista del prossimo consiglio comunale, per chiedere quali siano i motivi di ritardi e stralci, a quando le opere in questione siano state rimandate e se tutto ciò comporterà costi aggiuntivi.

«Diversi cittadini – aggiunge il consigliere di opposizione – ci hanno segnalato inoltre che il vecchio intonaco presente sulla facciata non è stato picchettato e rasato via: il nuovo intonaco è stato applicato su quello vecchio praticamente su quasi tutta la superficie della struttura».

Il giudizio sull’operato del Comune è negativo: «Le situazioni evidenziate – commenta Saccani – testimoniano incuria, cattiva programmazione e mancato controllo degli interventi da parte dell’amministrazione. Le dichiarazioni a suo tempo rilasciate alla stampa dalla giunta Cavatorta non corrispondono alla realtà dei fatti. Chiediamo un cambio di marcia». 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La Palma, il drone riprende il fiume di lava che si fa largo tra le case

La guida allo shopping del Gruppo Gedi