Contenuto riservato agli abbonati

Il ponte è in movimento, un evento di ingegneria mai realizzato sul Po

L’arco, pesante 2.800 tonnellate, si muove verso l’appoggio sui piloni in alveo. I maxicarrelli e la chiatta all’opera anche di notte per il super trasferimento

SAN BENEDETTO PO. L’operazione ingegneristica più importante e complessa mai realizzata sul Po procede a pieno ritmo sotto gli occhi di centinaia di persone incuriosite che il 30 ottobre hanno affollato gli argini. L’enorme arco di acciaio Corten, alto 35 metri e lungo 180, del peso di 2.800 tonnellate, ha iniziato a spostarsi dalla riva di San Benedetto Po, dove è stato costruito, per raggiungere il centro del fiume, sino ai due piloni che lo reggeranno assieme al secondo arco, ancora fermo sulla sponda di Bagnolo.

Un’operazione

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Omnia Mantova - Toh, ci fu il Trecento

La guida allo shopping del Gruppo Gedi