Mantova, la Provincia ha deciso: «Per le scuole Fermi e Strozzi nessun ridimensionamento»

Restano come sono anche i comprensivi di Porto Mantovano e Borgo Virgilio. Più spazi per il Cpia, che trova nuove sedi per rispettare il distanziamento. Ora il piano finisce in Regione per l’approvazione

MANTOVA. Il presidente della Provincia ha approvato per decreto la proposta di Piano provinciale di dimensionamento della rete scolastica relativo alle istituzioni scolastiche di primo e secondo ciclo per l’anno scolastico 2022 – 2023.

Secondo la normativa vigente spettano alle Province e ai Comuni in attuazione delle rispettive competenze programmatorie l’organizzazione della rete scolastica e la definizione del piano provinciale dei servizi.

Il dimensionamento ottimale delle istituzioni scolastiche, si pone la finalità di garantire l’efficace esercizio dell’autonomia scolastica.

In sede di Tavolo provinciale del dimensionamento sono state comunicate le seguenti variazioni in relazione al Centro provinciale istruzione adulti. Questo in ragione delle scelte delle amministrazioni comunali e degli istituti comprensivi di avere a disposizione ulteriori spazi per il distanziamento e la riduzione dei gruppi classe a seguito dell’emergenza sanitaria e di evitare, al contempo, le interferenze con gli studenti e il personale del Cpia: Quistello, spostamento nella struttura di proprietà comunale Hub Oltrepò in via Martiri di Belfiore; Sermide, spostamento nell’ex Incubatore d’impresa di proprietà del comunale in via E. Mattei 16; Viadana, spostamento nei locali della ex pretura in via Grossi 30; Gazzuolo, spostamento nella scuola secondaria di primo grado “G. Verdi” in via Marconi 9; Suzzara, alla sede ne l’Istituto superiore Manzoni in via Mantova 13, si aggiunge una ulteriore sede nel Centro sociale Città di Suzzara in viale della Libertà 3; Mantova , alla sede amministrativa di via Veneto 29a e alla sede didattica di piazza Polveriera 5, si aggiunge una ulteriore sede al centro servizi Aaron Swartz di viale Lombardia 18.

Su tutte le variazioni la Provincia ha espresso parere favorevole.

Tutte le attuali autonomie scolastiche del territorio provinciale, secondo quanto risulta dall’organico “di diritto”, rispettano i parametri minimi, ad eccezione dell’Istituto Superiore “Strozzi” (590 alunni): la Provincia per salvaguardarne la specificità e verificare la possibilità di un rientro nel prossimo anno scolastico nei parametri numerici ha ritenuto di mantenere l’attuale assetto dell’Istituto Superiore “Strozzi”.

Anche per l’Istituto comprensivo di Porto Mantovano, che ha 1767 studenti per effetto della verticalizzazione della direzione didattica di Porto Mantovano, vista l’aggregazione all’I.C. di Porto Mantovano a partire dal 2012-2013, la Provincia ha ritenuto di non procedere, per l’anno in corso, alla definizione di un piano di ridimensionamento. Stesso discorso per l’I.C. di Borgo Virgilio con 1.968 alunni in conseguenza dell’accorpamento realizzato a partire dall’anno scolastico 2017-2018, a seguito dall’avvenuta fusione del Comune di Borgoforte con il Comune di Virgilio che ha portato ad un nuovo assetto della rete scolastica, e per l’Itis Fermi (2.093 alunni).

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Mantova, la pinsa alla conquista dell'Europa

La guida allo shopping del Gruppo Gedi