Contenuto riservato agli abbonati

A Mantova il giardino per i morti Covid: «Non si deve dimenticare»

Il vicesindaco: spero che chi non collabora si ravveda per superare la pandemia. Martedì 2 novembre le celebrazioni dei defunti al cimitero monumentale e a quello ebraico

MANTOVA. “Gli alberi sono custodi del tempo che non si ferma mai” e assieme ai fiori sono “simboli dell’energia spirituale di ognuno di noi”. Due versi recitati da Maria Angela Gelati all’interno del reading “Tra le dita del vento la voce del silenzio”, in occasione dell’inaugurazione del giardino della memoria al cimitero monumentale degli Angeli, dedicato ai defunti Covid-19. Un’iniziativa organizzata nell’ambito della XV edizione della rassegna culturale “Il rumore del lutto”, promossa da “Segnali di vita”, in programma fino al 7 novembre.

Un

Video del giorno

Calenda a Mantova per il nuovo libro: «Occidente in crisi, si torni a pensare ai diritti»

La guida allo shopping del Gruppo Gedi