A Viadana arriva il tesoretto Gisi:1,2 milioni per mutui strade, verde e sport

Si investe il capitale sociale dell’azienda in liquidazione. Opposizioni soddisfatte a metà: «Si poteva fare prima»

VIADANA.  Il consiglio comunale di venerdì non sarà solo dedicato alla mozione di sfiducia presentata dalle opposizioni (Uniti per Viadana, ioCambio, Viadana Democratica e Viadana Davvero) nei confronti dell’assessore ai lavori pubblici Ivan Gualerzi. All’ordine del giorno figura anche una maxi variazione di bilancio con la quale il Comune mette in cassa la parte di sua spettanza del “tesoretto Gisi”. In sostanza circa la metà della quota di capitale sociale che i Comuni soci hanno deciso di ridurre.

La società consortile che si occupava di depurazione e ciclo delle acque è infatti in liquidazione dopo la vendita degli asset a Mantova Ambiente e Padana Acque. I Comuni soci (Viadana, Casalmaggiore, Sabbioneta. Dosolo e Pomponesco) hanno quindi deciso il 19 ottobre che non serve mantenere tutto il capitale sociale a suo tempo depositato, in quanto la società è inattiva. Dei 2,5 milioni che i soci riavranno indietro pro quota, a Viadana è stata assegnata la somma di 1.231.250 corrispondente al 49,25% del totale.

Anticipando questa operazione, il Comune aveva già indicato cautelativamente nel bilancio di previsione una entrata di 865mila euro, destinata a ridurre il mutuo ipotecario di 3 milioni con la Cassa depositi e prestiti per la vicenda della vendita delle reti del gas. Con la variazione che va in consiglio venerdì, sarà stabilito come spendere la rimanente quota di 366,250 euro. Secondo la relazione alla variazione, 250mila euro andranno alla manutenzione strade, 151.250 per progettazioni, 100mila a impianti sportivi (Palasport), 50 per punti luce e altrettanti per il verde pubblico; infine 30 per telecamere di sicurezza e 20 genericamente “per monumento” cifra che va compensata con una riduzione delle spese per il Muvi.

«Si poteva fare meglio - commenta Adriano Saccani, consigliere Pd di opposizione - . E soprattutto prima visto che già lo scorso anno si potevano incamerare i soldi, ma il Comune di Viadana si è opposto alla liquidazione. Con il risultato di dover pagare più interessi per il mutuo della vicenda gas. In ogni caso visto che i soldi vanno in investimenti, non faremo mancare il nostro sostegno»

Video del giorno

Metropolis/13, Folli: "Se fossi Salvini ci penserei due volte a candidare Casellati"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi