Rigenerazione urbana a Borgochiesanuova, via libera ai primi studi

Disco verde dalla giunta agli studi di fattibilità relativi a tre progetti inseriti nel Pinqua, Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare

MANTOVA. Via libera, ieri, della giunta agli studi di fattibilità relativi a tre progetti inseriti nel Pinqua, Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare, il piano di rigenerazione urbana finanziato dal ministero delle Infrastrutture con 15 milioni di euro che prevede, complessivamente, sei progetti di rigenerazione urbana a Borgochiesanuova e Due Pini.

Con questa approvazione i progetti potranno essere inseriti nel piano opere pubbliche per il 2021.

Il primo riguarda lo studio di fattibilità per l’intervento di completamento della ciclabile in strada Chiesanuova, opera da realizzare quest’anno per collegare strada Circonvallazione Sud con strada Dosso del Corso. La ciclabile sarà a raso e verrà realizzata con materiali diversi dall’asfalto. L’investimento sarà di 778.050 euro.

Il secondo intervento approvato è lo studio di fattibilità tecnica ed economica relativo alla riqualificazione di spazi edilizia residenziale pubblica a Due Pini. Sono previsti opere di demolizione dei manufatti stradali esistenti per la riconfigurazione degli spazi urbani, il potenziamento della rete di raccolta e smaltimento delle acque meteoriche, la predisposizione dei cavidotti per l’integrazione dei servizi di illuminazione pubblica e di videosorveglianza, la posa di cordoli in calcestruzzo per delimitare i percorsi pedonali, la posa della pavimentazione in masselli autobloccanti, la piantumazione di nuovi alberi e siepi, la realizzazione di impianti di irrigazione automatizzati, opere di arredo urbano, giochi e attrezzature sportive. La spesa ammonta a 500mila euro.

Il terzo intervento è l’acquisizione e la riqualificazione energetica di cinque palazzine in via Giorgio Gaber a Borgochiesanuova.

Lo studio di fattibilità tecnica ed economica prevede, dopo l’acquisizione delle cinque palazzine, le opere di bonifica, la disinfestazione e la sanificazione degli ambienti comuni e dei singoli immobili, le finiture interne e gli impianti tecnologici, la sostituzione dei serramenti e la posa di un termocappotto esterno, l’isolamento acustico e la domotica.

La spesa prevista, acquisto delle palazzine e dei lavori di riqualificazione compresi, è di 8.915.000 euro.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Il ministro alla Corneliani: «I lavoratori qui hanno una passione unica, sembra una famiglia»

La guida allo shopping del Gruppo Gedi