Si cercano famiglie per solidarietà e affido

L’appello è rivolto a coppie, singoli e gruppi informali di genitori, disponibili ad affiancare per un tratto di strada altre famiglie con figli minori: incontro sul tema a Bozzolo

BOZZOLO. “Si può fare”: l’azienda speciale consortile Oglio-Po cerca cittadini disponibili ad avviare percorsi di solidarietà famigliare e di affido leggero. L’appello è rivolto a coppie, singoli e gruppi informali di genitori, disponibili ad affiancare per un tratto di strada altre famiglie con figli minori. È possibile attivare una molteplicità di interventi, in collaborazione con le istituzioni che supportano il progetto.

Per aiutare i cittadini interessati a scoprire se esperienze di questo genere possano rientrare nel loro orizzonte personale e famigliare, un incontro sul tema si terrà il 3 novembre a Bozzolo. Appuntamento alle 18.30 nella sala civica di piazza Europa. Nell’occasione, l’Asc presenterà il contesto territoriale e farà presente quanto sia impellente la necessità di attivare progetti di accoglienza per i bambini e ragazzi in difficoltà. I volontari di Solidarietà Educativa, associazione che da anni segue minori temporaneamente allontanati dalle famiglie d’origine, porteranno la propria testimonianza come famiglie affidatarie. Per info e confermare la presenza all’incontro, scrivere una mail ad agenziaperlafamiglia@consociale.it. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Stati Uniti: una pioggia di orsacchiotti sul campo da hockey, ma è per beneficenza

La guida allo shopping del Gruppo Gedi