Mantova, stampa digitale sulle bobine d’acciaio: Marcegaglia in lizza al Compasso d’oro

«Questo riconoscimento - spiega l’azienda di Gazoldo in una nota - premia l’evoluzione industriale del know-how maturato da Marcegaglia nel campo degli acciai pre-verniciati, nel quale siamo partner di aziende in moltissimi segmenti industriali, già da oltre vent’anni»

MANTOVA. I coils, ovvero le giganti bobine in acciaio, prodotti su larga scala e la creatività sono mondi distanti anni luce? A quanto pare, non più. Lo dimostra una delle ultime innovazioni tecnologiche del GruppoMarcegaglia: la stampa digitale in linea su acciaio zincato pre-verniciato, per la prima volta utilizzata nella lavorazione in continuo dei coils. Una novità che ha fatto sì che l’azienda di Gazoldo degli Ippoliti entrasse nella selezione del Compasso d’Oro Adi 2022 (l’Adi design index 2021), nella categoria “Ricerca per l’impresa”.

L’annuncio è arrivato pochi giorni fa nel corso dell’evento organizzato a Milano da Adi, l’associazione per il disegno industriale. A fronte di oltre mille prodotti candidati, 233 sono stati selezionati dall’Osservatorio permanente del design come espressione del miglior design italiano e inseriti, di conseguenza, nel novero di quanti potranno concorrere alla ventisettesima edizione del Compasso d’oro, che si svolgerà nel corso del 2022.

«Questo riconoscimento - spiega l’azienda di Gazoldo in una nota - premia l’evoluzione industriale del know-how maturato da Marcegaglia nel campo degli acciai pre-verniciati, nel quale siamo partner di aziende in moltissimi segmenti industriali, già da oltre vent’anni».

L’innovazione introdotta dal gruppo Marcegaglia punta a industrializzare la stampa digitale su coils. L’obiettivo è quello di soddisfare tutte le esigenze di creatività dei clienti, fino a personalizzare qualsiasi elemento semilavorato in acciaio per larghezze fino a un metro e mezzo e lunghezze potenzialmente infinite.

L’impianto di lavorazione di Marcegaglia digital print si trova all’interno di Marcegaglia Ravenna, il più importante stabilimento siderurgico e polo logistico intermodale del gruppo con quartier generale nel Mantovano.

Per l’intero settore si tratta di una novità assoluta: il gruppo siderurgico guidato da Antonio ed Emma Marcegaglia, è, infatti, la prima azienda italiana ad adottare questa tecnologia.

Il coil realizzato da Marcegaglia grazie al sistema Digital print è esposto, insieme ad altri prodotti che sono stati selezionati per il Compasso d’oro, alla mostra allestita da Adi all’Adi design museum di Milano, che rimarrà aperta fino a domenica. A metà novembre, la mostra farà tappa, invece, a Roma.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Metropolis/10 - Nuovo Cinema Quirinale. Con Andrea Costa, Michele Emiliano (l'integrale)

La guida allo shopping del Gruppo Gedi