Aviaria nel Veronese, è sempre più allarme: già abbattuti 248mila capi

Gli ultimi casi segnalati in ordine di tempo si sono verificati nel comune di Nogara. Un problema che interessa non solo gli allevamenti in capannoni ma anche quelli cosiddetti domestici

VERONA. Una vera e propria pandemia da influenza aviaria sta colpendo numerosi allevamenti avicoli nel Veronese e precisamente nell’area sud est della provincia ai confini col Sinistra Mincio mantovano. I capi abbattuti sono già 248mila. . Gli ultimi casi segnalati in ordine di tempo si sono verificati nel comune di Nogara. Esattamente una settimana fa è stato colpito un allevamento di tacchini che sono rimasti infettati dall’influenza aviaria virus variante H5N1 ad alta patogenicità.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Viareggio, l'irruzione dei Nocs nella casa dell'uomo armato

La guida allo shopping del Gruppo Gedi