Contenuto riservato agli abbonati

Il ricordo dell’alluvione del 1951 unisce le genti del Po

Basso Mantovano, Ferrarese e Rodigino fanno squadra per progettare il futuro: dalle manifestazioni per l’anniversario al rilancio dell’area

BASSO MANTOVANO.  Il ricordo di una tragedia, l’alluvione del 1951 del Po, diventa l’occasione per guardare al futuro e lavorare alla costruzione di una rete tra le realtà di diverse regioni. Le iniziative che ricordano quando il Po uscì in modo devastante dagli argini sono state organizzate in sinergia tra Comuni del Mantovano, del Ferrarese e del Rodigino. In rappresentanza del territorio di area vasta che ha organizzato le iniziative del settantesimo dell’alluvione intervengono il sindaco di Gaiba, Simone Zanca, e il Presidente del Consorzio Oltrepò Mantovano, Alberto Borsari.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Mantova, la pinsa alla conquista dell'Europa

La guida allo shopping del Gruppo Gedi