Minacce ai carabinieri, due condannati

La rissa, scoppiata la notte del 17 settembre ai Cinque Continenti a Castiglione, aveva coinvolto una decina di ragazzi, che si erano affrontati a suon di cazzotti e qualcuno mostrando anche un coltello

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. La rissa, scoppiata la notte del 17 settembre ai Cinque Continenti a Castiglione, aveva coinvolto una decina di ragazzi, che si erano affrontati a suon di cazzotti e qualcuno mostrando anche un coltello. Gli abitanti della zona, svegliati dal frastuono e dalle grida, avevano subito chiamato i carabinieri.

Due dei ragazzi coinvolti, dopo aver danneggiato un’auto - probabilmente quella dei rivali - e aver lanciato delle bottiglie di vetro verso altri quattro ragazzi presenti sul posto, avevano minacciato gli stessi carabinieri puntando loro contro dei cocci di bottiglia.

La schermaglia non era durata molto: i due ragazzi erano stati subito immobilizzati e tratti in arresto. Ieri mattina i due, Lagaidi Jzadi e Chwida Aissan, entrambi marocchini, sono stati condannati con rito abbreviato rispettivamente a 7 mesi e 10 giorni e a un anno e due mesi per resistenza a pubblico ufficiale.

Video del giorno

Metropolis/13, Folli: "Se fossi Salvini ci penserei due volte a candidare Casellati"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi