Tragico tamponamento sull’A22, muore un 39enne

L’uomo era alla guida di un furgone che è finito contro un camion. Rallentamenti e code in direzione nord

REGGIOLO. Incidente stradale mortale, nel primo pomeriggio poco dopo le 12.30, sul tratto autostradale dell’A22 del Brennero al km 284+700 in direzione nord tra il casello di Reggiolo-Rolo e quello di Pegognaga, al confine col territorio mantovano.

A perdere la vita è stato Riccardo Francesco Ravalli, 39 anni, nativo di Catania ma residente a Pieve a Nievole, comune in provincia di Pistoia, al confine con Montecatini Terme. L'uomo era alla guida di un furgone quando, per cause ancora al vaglio della Polizia stradale di Modena Nord, ha tamponato un mezzo pesante che lo precedeva. Le ipotesi più probabili è che il conducente del furgone abbia avuto un malore, un colpo di sonno o una fatale distrazione.

Il conducente del camion è rimasto illeso, mentre per il trentanovenne di origine siciliana non c'è stato più nulla da fare. L'uomo dopo l'impatto violentissimo con la parte posteriore del camion, è rimasto intrappolato nella cabina, ridotta ad un ammasso di lamiere.

I vigili del fuoco di Guastalla, insieme con i colleghi di Carpi, hanno dovuto lavorare non poco per estrarre il corpo senza vita del trentanovenne. Sul posto sono arrivati i volontari della Croce Rossa di Reggiolo, l’elisoccorso di Parma, i vigili del fuoco di Guastalla e Carpi. Il medico rianimatore dell'elisoccorso non ha potuto fare altro che constatare il decesso.

Inevitabili i disagi alla circolazione con rallentamenti e code in direzione nord. La salma è stata recuperata dalle Onoranze Funebri Losi di Reggiolo e trasportata al cimitero di Coviolo a disposizione del magistrato di turno che si occupa dell'incidente.

Per tre giorni consecutivi, dal 25 al 27 ottobre scorsi, sul tratto autostradale della A22 del Brennero tra Reggiolo e Pegognaga, nel mantovano, in direzione nord, si è verificato l'ennesimo tamponamento tra quattro mezzi pesanti. In quello di lunedì 25 si è sfiorata la tragedia con due autisti finiti in ospedale, di cui uno, trasportato in elisoccorso all'arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia.

Martedì 26 altro tamponamento tra tre autoarticolati per fortuna senza feriti e con danni alle fanalerie e alle cabine. Mercoledì 27 nuovo tamponamento di tre mezzi pesanti con un'autista rimasto incastrato ma per fortuna illeso.

I tre tamponamenti sono avvenuti a poche centinaia di metri da un cantiere autostradale i cui lavori iniziano alle 22 per terminare alle 6 del mattino. Inevitabili i disagi alla circolazione con lunghe code e chiusura del casello Reggiolo-Rolo in entrata verso il Brennero. Nella giornata di lunedì 25 il tamponamento tra mezzi pesanti aveva bloccato l'autostrada e provocato una coda di 8 chilometri che si è esaurita nell'arco di quasi quattro ore.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Covid, Marco Melandri ritratta: "Era una battuta, non mi sono fatto contagiare volontariamente"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi