Contenuto riservato agli abbonati

I nuovi depuratori del Garda bocciati dell’eurocommissario

Nuova stroncatura al progetto Gavardo-Montichiari: «Benefici troppo in ritardo».  Il comitato Gaia: «Non eravamo all’altezza per dire no? Ecco i pareri qualificati»

ALTO MANTOVANO. Nuova bocciatura del progetto per la costruzione dei due depuratori del Garda, sponda bresciana, nei comuni di Gavardo e Montichiari. La Commissione Europea, organo che – va precisato – non ha il potere di bloccare il progetto in questione, ma può chiedere allo Stato membro di intervenire se quanto messo in cantiere non rispetta certi parametri, ha sollevato osservazioni che fanno esultare i detrattori del progetto.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Il ministro alla Corneliani: «I lavoratori qui hanno una passione unica, sembra una famiglia»

La guida allo shopping del Gruppo Gedi