Mura da restaurare: anche Bozzolo ottiene un milione

Scorre la graduatoria del bando “Borghi storici” e il Comune guidato da Torchio ottiene i soldi che serviranno per un’opera di restauro mai compiuta

BOZZOLO. Il Comune di Bozzolo si è visto assegnare un milione di euro su un progetto da 1,6 milioni grazie allo scorrimento della classifica del bando regionale per la riqualificazione e valorizzazione turistico-culturale dei borghi storici. Una settimana fa risultava tra i primi ammessi ma non finanziati.

I fondi servono per tre progetti che ruotano attorno al restauro delle mura gonzaghesche realizzate nella prima metà del XVII secolo. Sono ad est di Bozzolo, interessano circa 600 metri, sono alte mediamente 6 metri e si estendono verso nord. Oltre al nuovo intervento (non risolutivo) di recupero delle mura per 807.800 euro, si lavorerà alla sistemazione della vicina porta San Martino in cui si pensa pure di creare una struttura di accoglienza con la spesa 208.400 euro, oltre alla realizzazione di un percorso culturale e un adeguato piano di comunicazione che costeranno 77.300 euro. Gli interventi di adesso sulle mura si inseriscono a loro volta in un disegno più ampio della amministrazione attuale. Ai loro piedi correrà la ciclabile da 148mila euro grazie al contributo del Gal (128.200 euro) con cui si potrà raggiungere da una parte la Green Way dell’Oglio e dall’altra la stazione ferroviaria (percorsi bici treno) senza dimenticare i 100mila euro per la riqualificazione del fosso delle mura.

Il sogno di recuperare le mura ha antica genesi, e ha avuto una tappa fondamentale nel 2014, con il convegno “Cantieri aperti” delle “Regge dei Gonzaga”. In quell’occasione venne spiegato com’erano le mura, la loro fragilità, le operazioni da perseguire e i materiali da utilizzare. Purtroppo il convegno non ebbe seguito per carenza di fondi. Ora la grande occasione. 

Video del giorno

La Notre-Dame virtuale batte sul tempo la cattedrale reale. Ma attenzione alle vertigini

La guida allo shopping del Gruppo Gedi