Truffe agli anziani in aumento nel Mantovano, i consigli delle forze dell’ordine

Finti tecnici dell’acqua in azione a San Giorgio e San Giacomo

MANTOVA. Le ultime settimane hanno visto una recrudescenza delle truffe agli anziani da finti tecnici del gas e dell’acquedotto.

Approfittando della dislocazione in zone isolate delle abitazioni nella campagna mantovana e della solitudine in cui spesso gli anziani vivono, i malfattori hanno colpito il 26 ottobre a Borgo Mantovano e venerdì 12 novembre a San Giorgio Bigarello e San Giacomo delle Segnate.Sempre venerdì un abitante di via Giulio Romano si è trovato davanti alla porta due sedicenti addetti dell’Enel, che volevano proporgli un nuovo contratto più vantaggioso. “Erano molto giovani e vestiti in modo elegante, con la mascherina e cartelline in mano. Non mi sono fidato e gli ho chiuso la porta in faccia”. Ha poi avvertito i carabinieri per segnalare l’accaduto.

I comandi dell’Arma dei carabinieri ai diversi livelli e nelle diverse circostanze continuano  nell’azione di sensibilizzazione, in ragione anche del fatto che le tipologie di truffe possono essere le più svariate, ad esempio commesse da finti appartenenti alle forze di polizia addirittura con pettorine o distintivi artefatti (come l’8 novembre a Casalmoro) ovvero da finti addetti Enel, tuttavia rimane fondamentale il contributo che i singoli cittadini possono dare con le loro segnalazioni al numero 112 di auto o persone sospette e confrontandosi reciprocamente in occasione di visite di sconosciuti.

Ecco alcune avvertenze:

Il truffatore è uno sconosciuto ben vestito, affabile,esperto in affari, incaricato di riscuotere, sovente accompagnato, e prende di mira le persone sole che spesso

vogliono solamente scambiare qualche parola. Bisogna sempre ricordare che nessun ente o azienda di pubblica utilità manda personale a casa vostra per farvi pagare le bollette o darvi dei rimborsi, che nessuna forma di pagamento o riscossione avviene tramite un servizio a domicilio, che è meglio non tenere in casa grosse somme di denaro, gioielli o oggetti di valore. In casa la luce accesa ed i rumori domestici servono a tener lontani i ladri, meglio avere la porta blindata e inferriate sempre chiuse, svuotare periodicamente la cassetta della posta, e in caso di partenza, farla svuotare da persone fidate. Se si presenta uno sconosciuto alla porta verificare chi lo manda, il motivo della visita, richiedere documenti o tesserini, controllare dallo spioncino e, nel caso, chiamare conoscenti, vicini, il 112 o il numero 800505454 (polizia locale) o scaricare l'applicazione "where are you". Per strada  evitare zone isolate e buie, non fidarsi degli sconosciuti anche se gentili, mantenere alta l’attenzione e nella zone affollate chiudere  la borsa e abbottonare le tasche, mostrarsi sicuri, mantenere la calma e cercare di memorizzare ogni elemento utile da riferire alle forze dell’ordine.

Video del giorno

Esame di maturità 2022 al Fermi di Mantova, è il turno degli orali

La guida allo shopping del Gruppo Gedi