Contenuto riservato agli abbonati

Mantova, terza dose di vaccino a domicilio:«Che odissea la prenotazione»

Un’ottantenne di città racconta le enormi difficoltà per la “booster” a tre suoi familiari invalidi

MANTOVA. «Per giorni e giorni ho chiamato tutti i numeri della sanità mantovana. Ospedale, via Trento, il polo vaccinale, il medico di famiglia e ho pure spedito e-mail. Nessuno che riuscisse a darmi risposte precise sulla terza dose anti-Covid a domicilio per tre famigliari invalidi. Alla fine, dopo tanta insistenza e grazie all’aiuto di un amico, sono riuscita a parlare con il centro servizi del Carlo Poma che mi ha illuminato».

Quella

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Elezione del presidente della Repubblica, seconda votazione a Montecitorio: la diretta

La guida allo shopping del Gruppo Gedi