Soldi per il campo a Rodigo: a Rivalta si alza un coro di proteste

Investimenti e progetti nel campo sportivo. Una buona notizia, ma in un comune dove le rivalità fra capoluogo e frazione sono ancora forti, diversi residenti hanno storto il naso. Troppi soldi, a loro dire, per il capoluogo Rodigo

RODIGO. Investimenti e progetti nel campo sportivo. Una buona notizia, ma in un comune dove le rivalità fra capoluogo e frazione sono ancora forti, diversi residenti hanno storto il naso. Troppi soldi, a loro dire, per il capoluogo Rodigo dove l’idea è di trasformare il campo in erba sintetica del Bergamin, mentre per la frazione Rivalta, per il Gobbi, nemmeno le briciole. Una rimostranza alla quale ha fatto fronte l’amministrazione che sui social è dovuta intervenire per smorzare l’accenno di polemica. «Non dimenticheremo nessuno - ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici, Marco Zen –. Interverremo su tutte le realtà del nostro territorio».

Il punto di partenza sono i progetti che l’amministrazione comunale sta mettendo in piedi per intercettare i fondi che presumibilmente saranno sbloccati grazie ai finanziamenti del Pnrr. Un’occasione che nessun amministratore vuole rischiare dei perdere, perché il treno va colto al volo.

Così a Rodigo hanno individuato tre settori che necessitano di interventi. E si stanno approntando le relative progettazioni in modo da trovarsi pronti se e quando i bandi partiranno.

Il primo fronte è quello delle ciclabili. «La pista che oggi abbiamo copre solo metà della distanza fra Rodigo e Rivalta - spiega Zen - per questo abbiamo avviato il progetto per il completamento. Il costo stimato è di 175mila euro e siamo già nella fase del progetto preliminare. Questo perché i finanziamenti sulle ciclabili non sono solo legati al Pnrr. Al momento siamo in fase di chiusura di una convenzione con i proprietari privati, perché se il primo tratto era su area del Demanio, qui vogliamo creare una pista autonoma e quindi stiamo chiudendo gli accorti con i privati».

Il secondo aspetto riguarda la storica Villa Balestra. «Oggi ospita la biblioteca - spiega l’assessore - ma la Fondazione Pescherie di Mantova ci ha concesso dei quadri, che vogliamo diventino il nucleo di una futura mostra stabile. Per far questo serve la sistemazione delle pareti e un nuovo impianto di illuminazione». Il progetto è di poco meno di 300mila euro.

Ma è sul fronte degli impianti sportivi che si è rischiata la sollevazione. «Interveniamo con un progetto da circa 700mila euro per trasformare il campo di Rodigo in erba sintetica, sostituendo anche le luci con un impianto a Led». In molti hanno fatto notare che Rodigo ha già tribuna coperta e spogliatoi a norma, mentre a Rivalta i campi non hanno praticamente nulla. «Abbiamo già fatto un sopralluogo e procederemo intanto con la messa a norma anche di Rivalta - conclude Zen -. La decisione in questo caso è già presa. Poi, ne abbiamo già parlato in giunta, l’intenzione è quella di sistemare anche il campo di Rivalta. Ne stiamo parlando con la società sportiva La Cantera, che utilizza questo per le giovanili e Rodigo per la prima squadra. I residenti di Rivalta non devono temere. Abbiamo scelto già il progettista che ci dia suggerimenti per come sistemare la meglio i due campi rivaltesi». Basterà la precisazione a calmare gli animi?

Video del giorno

Metropolis/13, Folli: "Se fossi Salvini ci penserei due volte a candidare Casellati"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi