Domenica senza farmacie: a Mantova nessuna era di turno

Stabilita da una legge regionale la rotazione delle aperture ha lasciato scoperto il capoluogo e a San Silvestro c’era la coda. Ieri ancora ressa per i tamponi

MANTOVA. Non accade tutte le domeniche, ma può accadere e in teoria non ci sarebbe da stupirsi, peccato però che c’è chi non ha la possibilità di spostarsi fuori città per acquistare un medicinale o per sottoporsi a un tampone anti-Covid. Stiamo parlando del fatto che questa domenica in città non c’era neppure una farmacia di turno mentre davanti a quella di San Silvestro all’ora di pranzo c’era una bella folla in coda.

A segnalarlo alla Gazzetta sono stati alcuni lettori che dopo aver vagato inutilmente in città, hanno appurato che le uniche farmacie di turno il 21 novembre erano quelle di San Giorgio, San Silvestro, Suzzara, Volta Mantovana, Borgofranco Po e Canneto sull’Oglio. Tra quelli che alla fine ci hanno rinunciato non pochi avevano bisogno di sottoporsi a un tampone rapido con il risultato che ieri c’erano le solite code per i test che sono necessari a chi non è stato vaccinato per poter accedere ai luoghi di lavoro come ai ristoranti.

«La turnazione delle farmacie nei giorni festivi – spiega il vicepresidente dell’Ordine dei farmacisti di Mantova e presidente di Federfarma Marco Cavarocchi – è stabilita da una legge regionale di alcuni anni fa. Deve essercene una ogni novantamila abitanti e in provincia di Mantova ne viene garantita una ogni settantamila quindi siamo ben al di sotto del tetto previsto dalla normativa. La frequenza dei turni di apertura alla domenica viene stabilita da Ats Valpadana in linea con la legge regionale e ultimamente è stata riorganizzata per fare in modo da garantire la copertura per entrambe le province di Mantova e Cremona senza accavallamenti al confine. Nell’ambito della Grande Mantova comunque c’è sempre una farmacia di turno».

Intanto ieri per le farmacie che effettuano i tamponi è stata un’altra giornata di passione: «Non riusciamo a starci dietro – lamenta Cavarocchi – ci hanno lasciati soli a gestire tutto questo».

Video del giorno

Metropolis/13, Folli: "Se fossi Salvini ci penserei due volte a candidare Casellati"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi