Doppio spiedo solidale: così Castel Goffredo aiuta una famiglia che soffre

Domenica 21 novembre raccolti 1.500 euro, nel weekend nuovo evento.La tradizione culinaria diventa veicolo di aiuto reciproco

CASTEL GOFFREDO.Non capita in tutti i paesi che la solidarietà si muova in modo così capillare, e che una comunità si ritrovi in maniera così coesa a lottare per un obiettivo condiviso che si chiama buoncuore. Ma questo capita a Castel Goffredo, dove domenica scorsa si è svolta un’altra puntata della storia dello spiedo solidale, e domenica prossima già ci si prepara al bis.

Dello spiedo bresciano si sa: una tradizione culinaria, un’occasione di stare insieme e condividere un pranzo o una cena. Ma questa tradizione a Castel Goffredo ha preso una piega di solidarietà organizzata.

Tante sono le famiglie da aiutare in paese. Tra queste, c’è quella composta da moglie e marito, entrambi malati in modo grave e impossibilitati a lavorare e dunque a mantenersi.

Un dramma, una situazione che può capitare a tutti.

Così il paese si è mosso. Due associazioni (gruppo sagra Sant’Apollonio e La Rosa d’inverno), alcuni nomi del commercio come sponsor (azienda Gianfranco Bertagna di Cavriana e macelleria Cassini di Volta) e poi tutta la gente che ha ordinato le porzioni che domenica mattina è poi passata a prendere.

A fine giornata il ricavato è stato di 1.500 euro. Ma l’obiettivo non è ancora raggiunto. Così anche domenica prossima i castellani potranno, se vorranno, prenotare altre porzioni di spiedo con polenta (da chiamare, entro venerdì i numeri 333-8191758; 331- 1030681; 335-5618976; ritiro dalle 11.30 alla tensostruttura di Sant’Apollonio; 8 euro a porzione).

Davvero una tradizione antica, quello dello spiedo, di origine bresciana. Carni di tutti i tipi, infilzate nelle stecche e intervallate da patate, e lasciate cuocere per ore avvicinandole ai pezzi ardenti di carbone, costantemente bagnate con dell’olio. Un motore elettrico che fa girare la carne e che ha sostituito i sistemi più tradizionali, una lunga preparazione che impegna gli organizzatori già dalla sera prima. Un ritrovarsi tra gente dello stesso paese grazie a un motivo culinario. Un evento che ora si è arricchito anche di valore di coesione e di aiuto reciproco.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La Notre-Dame virtuale batte sul tempo la cattedrale reale. Ma attenzione alle vertigini

La guida allo shopping del Gruppo Gedi