Ecco i ristoranti mantovani nella guida Michelin 2022

ANSA

Sono quindici i locali inseriti nella “Rossa”. Solo uno è nel capoluogo, Castiglione ne vanta invece quattro 

MANTOVA. Sono quindici in tutto i ristoranti mantovani inseriti nella guida Michelin 2022. Colpisce il fatto che il capoluogo sia quasi sparito dai radar degli ispettori della “Rossa”: l’unico ristorante segnalato in città, infatti, è Il Cigno-Trattoria dei Martini.

Sul fronte opposto si trova Castiglione delle Stiviere, con quattro indirizzi segnalati: Hostaria Viola, Hostaria del Teatro, Osteria da Pietro e Trattoria Paola. Tanta qualità e, probabilmente, anche un bacino d’utenza con buone potenzialità, con clienti che sanno apprezzare le proposte di buon livello.

Attorno alla città vengono comunque inseriti in guida la Locanda delle Grazie di Grazie di Curtatone, l’Osteria Numero 2 di Stradella e Il Tesoro Living Resort di Rivalta sul Mincio. L’area ovest della provincia, oltre a Dal Pescatore, vede citata La Filanda di Asola.

Molto ben rappresentato l’Oltrepò: due locali a Quistello (oltre a L’Ambasciata troviamo All’Angelo), poi Corte Matilde di Pieve di Coriano e Mangiare Bere Uomo Donna di Suzzara.

Superando di poco i confini della provincia è soprattutto il Cremonese a spiccare, con tre Bib Gourmand: l’Antica trattoria Gianna di Recorfano, la Trattoria dell’Alba a Piadena e La Crepa a Isola Dovarese. Tornando a nord, invece, a poche centinaia di metri da Castellaro Lagusello, ma già nel Bresciano, ecco il Moscatello Muliner di Pozzolengo, un agriturismo dove opera Lorenzo Bernardini, un cuoco più volte stellato. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Omnia Mantova - Nella casa intatta di Osanna Andreasi

La guida allo shopping del Gruppo Gedi