Contenuto riservato agli abbonati

Il Basso Mantovano “area interna” regionale

Per il territorio di 94mila abitanti sarà varato un piano di sviluppo in grado di invertire il declino con i fondi europei

BASSO MANTOVANO. La Regione ha inserito sedici Comuni del Basso Mantovano, Destra e Sinistra Secchia dove vivono 94.653 abitanti, fra le “aree interne” regionali. L’obiettivo è quello di ottenere finanziamenti per colmare il divario con territori meno svantaggiati. Passaggio decisivo, l’approvazione dell’accordo con il quale la Lombardia ha affidato al Politecnico di Milano l’incarico di studiare un piano per queste aree sino al 2027 da inserire nelle programmazioni europee intercettandone i finanziamenti. Un piano che l’assessore proponente ha definito “Agenda del controesodo”. Nel precedente piano non c’erano Comuni mantovani.

«Alla base dell''Agenda' - ha spiegato l'assessore a Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni, Massimo Sertori al termine della giunta che ha stanziato 200mila euro per l’accordo con l’Università - c'è la profonda volontà di promuovere uno sviluppo sostenibile e integrato dei territori, che sia capace di rilanciare il tessuto produttivo e, allo stesso tempo, di aumentare la qualità della vita delle persone».

Le aree interne, 72 quelle approvate in Italia delle quali 4 lombarde, sono territori svantaggiati per carenza di servizi e infrastrutture, lontananza dai centri urbani e con forti processi di spopolamento in atto. Proprio per il loro svantaggio rispetto agli altri territori, godono di particolari benefici, ricevono risorse straordinarie e sono oggetto di politiche pubbliche di sostegno come in passato furono le cosiddette “aree depresse”.

L’esperienza di quelle aree, ha dimostrato come l’intervento pubblico possa invertire la tendenza al declino. «Come Giunta regionale - ha sottolineato ancora Sertori - abbiamo individuato 13 Aree interne per investimenti tradizionali che su quello del capitale sociale, per accrescere l'attrattività dei territori interessati».

Per le Aree interne nel Pnrr ci sono 900 milioni di euro, oltre ad altri fondi sul bilancio dello Stato, per un totale di circa un miliardo e mezzo di euro. I Comuni inseriti dalla Regione sono Borgo Mantovano, Borgocarbonara, Gonzaga, Magnacavallo, Moglia, Motteggiana, Ostiglia, Pegognaga, Poggio Rusco, Quingentole, Quistello, San Benedetto Po, San Giacomo delle Segnate, San Giovanni Del Dosso, Schivenoglia, Sermide e Felonica, Serravalle a Po, Sustinente e Suzzara.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Metropolis/10 - Nuovo Cinema Quirinale. Con Andrea Costa, Michele Emiliano (l'integrale)

La guida allo shopping del Gruppo Gedi