Mantova, nuova guida per il Pd. Campisi è segretario: «Il partito resti unito»

Campisi, capogruppo (ma darà le dimissioni) in consiglio comunale, era l’unico candidato in lizza

MANTOVA. «Abbiamo superato da molto tempo il periodo delle divisioni interne. L’unitarietà del partito è un valore che va preservato e custodito come patrimonio irrinunciabile». È uno dei primi passaggi dell’intervento del neoeletto segretario comunale del Pd, Matteo Campisi, al congresso cittadino svoltosi all’Arci Salardi. Campisi, capogruppo (ma darà le dimissioni) in consiglio comunale, era l’unico candidato in lizza. Subentra a Giovanni Pasetti. Nel corso del dibattito , il sindaco Mattia Palazzi ha annunciato che è stata individuata la possibile sede per il museo di arte contemporanea. Campisi ha già presentato la segreteria Laura Bonaffini vicesegretario; Fiorentino Mastroberti responsabile all’organizzazione; Stefano Casana, responsabile della comunicazione; Mara Gazzoni, responsabile raccolta fondi; Federica Restani, responsabile tesseramento e rapporti con i circoli. Il congresso ha anche votato i 30 membri dell’assemblea cittadin

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Metropolis/10 - Nuovo Cinema Quirinale. Con Andrea Costa, Michele Emiliano (l'integrale)

La guida allo shopping del Gruppo Gedi