Addio a don Guernieri, a Ostiglia il maxischermo

Oltre trecento persone hanno voluto passare alla camera ardente allestita dalla Concordia per un saluto a don Roberto Guernieri, il 62enne prete degli ultimi che aveva speso la sua vita per i detenuti del carcere romano di Rebibbia.

OSTIGLIA. Oltre trecento persone hanno voluto passare alla camera ardente allestita dalla Concordia per un saluto a don Roberto Guernieri, il 62enne prete degli ultimi che aveva speso la sua vita per i detenuti del carcere romano di Rebibbia. Per il funerale di don Roberto, che si terrà lunedì 29 novembre dalle 14,30 nella chiesa parrocchiale di Ostiglia sono state prese misure straordinarie.

In chiesa è imposto il distanziamento sociale per cui sui banchi vi sono apposte delle targhette che segnano dove sedersi. Non si possono spostare le seggiole che sono già sistemate in base alle distanze.

Entrando in chiesa è bene igienizzarsi le mani ed è obbligatorio mantenere la mascherina a coprire bocca e naso per tutto il tempo della celebrazione.

A disposizione vi saranno alcuni volontari dell’accoglienza che aiuteranno dando le indicazioni.

Al completamento dei posti purtroppo non sarà più possibile entrare in chiesa, per cui nel cortile della parrocchia tra la chiesa e l’oratorio verrà allestito un maxi schermo e messe delle seggiole per poter seguire la celebrazione anche all’esterno della chiesa.

Don Roberto, che lascia la madre Lina ed i fratelli Luca e Giuliano ed era sacerdote dalla fine degli anni ’80, era stato prima cappellano nella Casa circondariale maschile del nuovo complesso di Rebibbia e poi, dal 2016, coordinatore dei Cappellani dello stesso carcere romano. A Roma aveva creato due case alloggio per i detenuti da poco usciti dal carcere o in licenzia premio. Ed è stato stroncato da un infarto dopo aver recitato la messa e accompagnato un detenuto alla casa-alloggio.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La Notre-Dame virtuale batte sul tempo la cattedrale reale. Ma attenzione alle vertigini

La guida allo shopping del Gruppo Gedi