Comune di Mantova, più soldi a welfare e istruzione ma calano le entrate statali

Aumenta la spesa per le famiglie e le attività economiche in difficoltà per il Covid. Inserite anche opere per 40 milioni: vogliamo essere pronti per i bandi del Pnrr

MANTOVA. «Aumento della spesa per sostenere cittadini, famiglie e attività economiche messe in difficoltà dall’emergenza Covid, e importante riduzione delle entrate che dal 2022, a differenza del 2020 e 2021, non godranno di fondi governativi».

In questi due estremi è contenuto il bilancio di previsione 2022 approvato dalla giunta che contiene l’aumento della sosta e di alcune aliquote Imu. «La spesa corrente prevista per il 2022 è di 68 milioni di euro, a fronte dei 63,8 milioni del 2021 e dei 65 milioni del 2020» fa sapere il Comune in una nota. Che spiega: «L’aumento della spesa corrente, sia pure a fronte di un contenimento delle spese improduttive dei settori, è dovuto al mantenimento di una serie di servizi che negli anni l’Amministrazione ha creato per rispondere ai bisogni della città». Vengono citati i nidi gratis, i bus navetta gratuiti che collegano il centro ai parcheggi scambiatori, l ’implementazione del verde pubblico, la riqualificazione dell’illuminazione pubblica, l’aumento delle manutenzioni di marciapiedi e strade, l’aumento della sicurezza nei parchi, le misure a sostegno dell’occupazione giovanile e over 50, l’inserimento nelle spese in conto capitale delle opere candidabili ai possibili bandi del Pnrr per «poter essere pronti a cogliere queste importanti opportunità».

Il settore del welfare anche quest’anno vede una previsione di 11,9 milioni a fronte dei 11,15 del 2019, aumentando addirittura la spesa corrente dell’ultimo anno pre-Covid. Anche l’istruzione segna un aumento della spesa corrente rispetto al 2020 e 2021 riconfermando la spesa del 2019 con 4,9 milioni per il 2022.

Sul fronte cultura, turismo e promozione della città, per rilanciare la città e la sua economia dopo lo stop dovuto alla pandemia, la previsione è di 4,8 milioni, con un forte aumento della spesa per manutenzioni di musei e biblioteche. Cresce anche la spesa per sicurezza e polizia locale, con una previsione per il 2022 di 3,5 milioni a fronte dei 2,9 del 2019 e dei 3 del 2020 e 2021.

Per quanto riguarda gli investimenti la previsione 2022 è di 21,3 milioni: un milione all’anno per la manutenzione di strade, marciapiedi e l’eliminazione di barriere architettoniche; 1,8 per la demolizione e la riqualificazione magone di Colle Aperto trasformato in centro sociale; 1,7 per interventi sulla scuola materna Collodi e altri 1,7 sulla scuola Rodari; 2,5 per la riqualificazione dell’ex bocciodromo; 900mila per la riqualificazione delle Fruttiere di Palazzo Te; 7 per Mantova Hub; 1,2 per la quota 2022 dell’investimento a Borgochiesanuova (Pinqua. E ancora un milione all’anno per le bonifiche del Sin; ulteriori 100mila euro all’anno per le manutenzioni degli alloggi popolari 200mila all’anno per quella del verde e attrezzature e arredi dei parchi; altri 300mila euro all’anno per altri interventi sugli edifici scolastici e 100mila euro per la manutenzione degli impianti sportivi, e altrettanti per l’estensione della rete di illuminazione pubblica e video sorveglianza.

«Nel piano triennale lavori pubblici abbiamo inserito opere candidabili ai bandi Pnrr per quasi 40 milioni». Ecco l’elenco: nuove ciclabili per 2.400.000 euro; interventi sulla scuola Nievo per 2 milioni, riqualificazione igienico-sanitaria di gattile e canile per 500mila euro, riqualificazione energetica e miglioramento sismico delle scuole medie Bertazzolo (5 milioni) e Sacchi (1,5), adeguamento rete idrogeologica della fossa magistrale e della viabilità sovrastante (7), manutenzione straordinaria dello stadio Martelli (500mila), adeguamento della Rocca Sparafucile per il nuovo infopoint turistico (2 milioni), restauro di Palazzo dell’Accademia e Teatro Bibiena (8), riqualificazione e recupero funzionale di Palazzo del Podestà (8), riqualificazione di Palazzo Te con restauro facciata Cortile d’Onore e pavimentazione, recupero sala polivalente e impianto di riscaldamento (5), interventi di riqualificazione di viale Asiago (1,5), e ciclopedonale Porta Mulina-viale Pitentino (500mila euro).

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Elezione del presidente della Repubblica, prima votazione per il Quirinale a Montecitorio: diretta

La guida allo shopping del Gruppo Gedi