Cocaina e hashish in auto e nel bungalow: due in manette a Valeggio

Uno di loro, un 25enne, vive a Monzambano

VALEGGIO. La Guardia di Finanza di Verona ha arrestato due persone per detenzione illecita di sostanze stupefacenti a fini di spaccio. Si tratta di un uomo di 53 anni residente a Villafranca di Verona, il pregiudicato di origini calabresi Saverio Gaglianò, vecchia conoscenza delle forze dell’ordine e il giovane siriano (con cittadinanza italiana), Ali Kamal, 25 anni, domiciliato a Monzambano.

Le Fiamme Gialle hanno bloccato il primo all'uscita da un bungalow in un agriturismo nei pressi di Valeggio sul Mincio (Verona), dove è stato poi raggiunto dal giovane siriano. All'interno dell'auto di quest'ultimo è stato rinvenuto un primo quantitativo di cocaina; altra droga è stata scoperta poi nella perquisizione del bungalow, mentre nell'abitazione del 53enne sono stati sequestrati altri 17 panetti di hascisc e 10 buste da circa un chilo l'una di marijuana ed altre bustine di cocaina. Si stima che l'intero quantitativo di droga, sul mercato del consumo, avrebbe potuto fruttare non meno di 500.000 euro, importo destinato a lievitare in considerazione del quantitativo di sostanza da taglio sequestrata. I due uomini sono stati arrestati e trasferiti nel carcere di Montorio.

Nessun provvedimento nei confronti dei titolari dell’agriturismo, dove i due spacciatori avevano affittato il bungalow per depositare la propria merce, e forse ricevere clienti, perché non risulta che fossero a conoscenza di quanto accadeva nell’alloggio. —

Video del giorno

Metropolis/15, Bonino: "Casellati ha esposto la sua persona e l'istituzione che rappresenta. Non si fa"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi