Privacy violata: il sindaco di Castel Goffredo valuta la querela a Lamagni

Vincenzo Bruno

Le dichiarazioni del consigliere di minoranza sullo stato di salute del primo cittadino in relazione alla sua assenza dalla seduta di consiglio comunale di martedì sera, rischiano di arrivare davanti al giudice e di costare care

CASTEL GOFFREDO. Il sindaco di Castel Goffredo Achille Prignaca sta valutando le azioni legali da intraprendere nei confronti del consigliere di minoranza Roberto Lamagni. «Mi sono consultato con i legali e ora attendo di parlare con il segretario comunale per poi decidere la strada da intraprendere. Le direzioni sono due: la denuncia per la violazione della privacy deve essere fatta al Garante della privacy, e questa ha un suo iter preciso; per quanto riguarda invece la querela ordinaria si segue un'altra strada».

Le dichiarazioni del consigliere di minoranza sullo stato di salute del primo cittadino in relazione alla sua assenza dalla seduta di consiglio comunale di martedì sera, rischiano di arrivare davanti al giudice e di costare care, nel caso infatti che in sindaco decida di sporgere denuncia e chiedere un risarcimento danni. Prignaca, da parte sua, ricorda ancora una volta che «il fatto che io sia stato vaccinato mi ha permesso di affrontare questa situazione con maggior serenità e senza complicazioni».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Metropolis/10 - Nuovo Cinema Quirinale. Con Andrea Costa, Michele Emiliano (l'integrale)

La guida allo shopping del Gruppo Gedi