Stretta anti-Covid a Castiglione delle Stiviere: mascherine obbligatorie anche all’aperto

Il sindaco: «Numeri dei contagi da zona rossa». Cancellati gli eventi natalizi fino a domani, capienza di cinema e teatri ridotta al 75%. Ed entro fine anno riapre l’hub vaccinale

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. Mascherine per strada, stop agli eventi del primo settimana natalizio e riduzione delle capienze di cinema e teatri. È questo il risultato dell'ordinanza che ieri il sindaco Enrico Volpi ha emanato dopo l'ultimo bollettino ricevuto sui numeri del contagio nel comune morenico. «La situazione è molto preoccupante. Abbiamo, in proporzione, numeri da zona rossa. Questo è un primo provvedimento che va di pari passo con la richiesta, a tutti, di aiuto e di attenzione. Oltre a un rinnovato appello alla vaccinazione».

La preoccupazione del sindaco Volpi era nota, come d'altronde i numeri del contagio a Castiglione, il comune mantovano più colpito in questa quarta ondata. «Ci sono 136 contagiati e la fortuna, in questo caso, è che ci sono pochissime persone ospedalizzate altrimenti sarebbe un grave problema. Nelle scuole inferiori ci sono numeri sempre più preoccupanti e, una volta contagiato il figlio, si contagia la famiglia. La situazione è preoccupante e così, nonostante avessi già preso la decisione giovedì sera, ho deciso per questa ordinanza».

Sull'immediato futuro Volpi procede con i piedi di piombo e con senso di responsabilità. «Nessuno, per il momento, vuole cancellare il Natale. Per ora ho detto stop agli eventi di questo fine settimana (mercatini, apertura pista di pattinaggio ndr) e poi vedremo giorno per giorno cosa succede. Chiedo collaborazione a tutti, soprattutto sull'uso della mascherina all'esterno e nell'evitare assembramenti. Non possiamo ignorare i numeri e tanto meno creare occasioni che possano aiutare la diffusione del virus. Allo stesso tempo serve che la popolazione si vaccini».Al momento, dunque, restano confermati gli eventi previsti per l'8 dicembre, ma saranno i numeri dell'avanzata del contagio a decretare le prossime mosse di Volpi. Da ieri è comunque in vigore l'ordinanza che, nel dettaglio, prevede: di indossare sempre, anche all’aperto, idonei dispositivi di protezione delle vie respiratorie; restando esclusi da detto obbligo: coloro che stanno svolgendo attività sportiva, i bambini di età inferiore ai sei anni, i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina, nonché coloro che per interagire con essi si trovino nella medesima situazione di incompatibilità. Allo stesso tempo l'ordinanza prevede la riduzione della capienza al 75% di tutti i luoghi ricreativi al chiuso, ovvero cinema, teatri, oratori, e, in generale, tutti i luoghi ove venga effettuata attività ricreativa o culturale; la sospensione di tutti gli eventi natalizi previsti fino a domani (domenica 4 dicembre).

L’HUB VACCINALE. Entro fine anno riaprirà il polo vaccinale alla palestra Caglio nel quartiere San Pietro a Castiglione delle Stiviere. L'aumento dei contagi preoccupa e il sindaco, come aveva annunciato lunedì in consiglio comunale, si è mosso per verificare la possibilità, in tempi brevi, di riaprire il polo vaccinale. «Si punta a tornare operativi al più presto, già entro fine anno, al più tardi entro i primi di gennaio» conferma Volpi che ha sentito i vertici del San Pellegrino e le varie associazioni di volontariato coinvolte nell'operazione. «Capiamo che sarà uno sforzo per tutti, anche per la scuola e le società sportive che si erano riorganizzate, ma con la prospettiva dell'estensione del vaccino ai bambini serve riaprire al più presto».

Video del giorno

Elezione del presidente della Repubblica, seconda votazione a Montecitorio: la diretta

La guida allo shopping del Gruppo Gedi