Mantova, il municipio perde Dino: lo storico messo va in pensione da Natale

Dopo 36 anni di lavoro trascorsi nel Comune di Mantova, il messo Dino Vignali è andato in pensione

MANTOVA. Dopo 36 anni di lavoro trascorsi nel Comune di Mantova, il messo Dino Vignali è andato in pensione. Ieri mattina è stato salutato nel municipio di via Roma dal sindaco Mattia Palazzi, dagli assessori e dalla dirigente Annamaria Sposito, che gli hanno rivolto «le congratulazioni per l’operato sempre messo in atto in tanti anni di servizio e per l’importante traguardo raggiunto».

Nell’occasione il primo cittadino gli ha consegnato una targa di riconoscimento per l'impegno profuso e per la disponibilità che ha sempre manifestato nella sua attività lavorativa. «Per la sua dedizione al lavoro – recita la scritta sulla targa donata a Vignali dall’ente – per l’attività svolta nel Comune di Mantova, per la vicinanza a ogni cittadino, con profonda riconoscenza e gratitudine, il sindaco, la giunta, il consiglio comunale e i colleghi tutti».

Oltre agli auguri di buon Natale, data l’imminenza delle festività, il sindaco, poi, ha augurato a Vignali una buona prosecuzione nelle nuove vesti di pensionato. «Dino è la colonna portante del Comune – ha detto Palazzi – è stato un prezioso collaboratore. Lo ringrazio per il lavoro svolto in Comune che è sempre stato apprezzato da tutti in ogni settore. Grazie per la tua amicizia e per la dedizione con cui hai lavorato in questi anni per la città». Vignali, nei giorni scorsi, in più incontri, per non creare assembramenti, è stato salutato anche dai colleghi che gli hanno consegnato una pergamena.

Dino Vignali è stato assunto in Comune nel 1985, amministrato allora dal sindaco Gianni Usvardi, quando aveva 29 anni. Nel primo anno è stato addetto ai servizi di pulizia, poi ha vinto il concorso ed è diventato messo comunale, mansione che ha mantenuto fino alla sua pensione.

«Mi sono sempre trovato benissimo con tutti – ha detto Vignali prima di congedarsi – Da pensionato mi dedicherò alla casa, senza rinunciare all’attività di volontariato nel quartiere dove risiedo e con le associazioni cittadine per aiutare le persone che hanno bisogno».

Vignali in questi anni è stato impegnato anche in varie cerimonie istituzionali, in particolare non è mai mancato alla festività del Patrono d’Italia, il 4 ottobre, con la donazione da parte del Comune del cero votivo ai frati della chiesa mantovana di San Francesco d’Assisi.

L’ultimo giorno di servizio in via Roma per Vignali sarà domani, vigilia di Natale.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Cosa si aspettano i mantovani dal futuro governo / 3 - Alto Mantovano

La guida allo shopping del Gruppo Gedi