A Mantova altri quattro semafori avviseranno chi non vede

L'intervento previsto dal progetto vincitore del bando riguarda quattro attraversamenti pedonali. Tre di questi sono attorno a piazzale Gramsci: in viale Piave, in viale Montello e in viale della Repubblica; uno invece è in viale Risorgimento, in prossimità della stazione passante degli autobus

MANTOVA. Il bando del Ministero infrastrutture e mobilità assegnava un contributo di 30mila euro per realizzare attraversamenti semaforizzati destinati ai disabili visivi. Il Comune di Mantova è risultato tra i vincitori. La giunta Palazzi ha ottenuto dal Ministero il contributo a fondo perduto dopo aver candidato il progetto a ottobre. L’intervento comporterà una spesa di 45mila euro: i 15mila euro in più li metterà il Comune. L'intervento previsto dal progetto vincitore del bando riguarda quattro attraversamenti pedonali. Tre di questi sono attorno a piazzale Gramsci: in viale Piave, in viale Montello e in viale della Repubblica; uno invece è in viale Risorgimento, in prossimità della stazione passante degli autobus. Verranno realizzati sui marciapiedi dei percorsi loges, ovvero percorsi tattili che permetteranno di indirizzare i disabili visivi e ipovendenti verso gli attraversamenti pedonali. I semafori saranno dotati di avvisatori acustici e radiofari Leti Smart che inviano messaggi vocali al bastone dei disabili visivi. In città sono stati già installati sedici radiofari in corrispondenza di punti di particolare interesse. «Si tratta di interventi – ha detto l’assessore comunale ai lavori pubblici Nicola Martinelli – che hanno l'obiettivo di rendere la città aperta a tutti. In questo caso, di garantire ai disabili visivi una maggiore autonomia. Ringrazio l'Unione italiana ciechi e ipovedenti di Mantova per la fattiva collaborazione».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

L'inaugurazione della Casa di Comunità di Goito con Fontana e Moratti

La guida allo shopping del Gruppo Gedi