Contenuto riservato agli abbonati

Il presunto omicida voleva imbarcarsi per il Marocco e sparire

Bloccato in Spagna prima della fuga programmata. Ora è in carcere in attesa di essere estradato in Italia

MANTOVA. Una tempesta perfetta quella che si è abbattuta, inesorabile, su uno dei due presunti assassini del giovane albanese massacrato a mazzate in un angolo buio del Boma, la zona commerciale di viale Favorita. I carabinieri del nucleo investigativo l’hanno preparata, alimentata, giorno dopo giorno con indagini serrate, in silenzio e con determinazione. La cattura è avvenuta proprio nel momento in cui il latitante aveva deciso di imbarcarsi per il Marocco, sua terra d’origine.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Elezione del presidente della Repubblica, seconda votazione a Montecitorio: la diretta

La guida allo shopping del Gruppo Gedi