Contenuto riservato agli abbonati

Depuratore del Garda, percorso blindato: convenzione per fare la gara

Commissario, Ato e Acque Bresciane s’impegnano a progettare e bandire l’opera. Stabilita la “road map” sino all’affidamento dei lavori per Gavardo e Montichiari

BRESCIA. Mentre il presidio prosegue dal 9 agosto in centro a Brescia la propria pacifica protesta , va avanti il progetto per la depurazione separata degli scarichi nel Garda fra le due sponde orientale ed occidentale. Lo studio, avviato una decina di anni fa, si è impantanato nelle diatribe fra enti e partiti bresciani in merito alla localizzazione dei nuovi depuratori da costruire sulla sponda lombarda.

Video del giorno

L’inaugurazione della Casa di Comunità di Goito con Fontana e Moratti

La guida allo shopping del Gruppo Gedi