Bobocica ha messo radici a Castel Goffredo: «Con mia moglie è nata l’idea di Sport Lab

Tennis tavolo. Il n.1 d’Italia, cresciuto ai tempi della Sterilgarda, ha ancora un sogno: «I Giochi di Parigi 2024»

CASTEL GOFFREDO. La formula giusta per conciliare sport ad alti livelli, lavoro e famiglia. L’ha trovata la stella della nazionale di tennis tavolo Mihai Bobocica, numero 1 del ranking italiano con in bacheca una lunga trafila di scudetti, medaglie e trofei internazionali.

Dopo un lungo peregrinare tra centri federali, accademie sportive e sedi dei club per i quali ha militato, il pongista 35enne ha ormai eletto Castel Goffredo a propria casa. Arrivato in Italia all’età di 8 anni, Bobocica ha conosciuto per la prima volta la cittadina dell’Alto Mantovano da ragazzino, seguendo il padre allenatore che era stato ingaggiato dalla locale società di tennis tavolo per far crescere il movimento. Dopo alcune esperienze all’estero, il ritorno nel 2009/10, quando proprio con il Tt Castel Goffredo vinse lo scudetto di A1 maschile e prese parte alla Champions League. «E’ stata in quell’occasione che conobbi mia moglie, Beatrice Parisio, che è proprio di Castel Goffredo - ricorda lo stesso Bobocica -. Dopo quella parentesi, la mia carriera mi portò in Austria presso un importante accademia sportiva, poi a Formia al centro federale. Beatrice mi ha sempre seguito ma è chiaro che, con l’arrivo di nostro figlio, abbiamo deciso di mettere in cantiere un progetto che ci permettesse di stabilirci definitivamente a Castel Goffredo, dando a me la possibilità di proseguire la carriera e a lei di essere vicina alla propria famiglia».

Nasce così fa l’idea di aprire un nuovo centro sportivo proprio nella Città della Calza, dedicato in particolare a una disciplina emergente come quella del padel. “Sport Lab – Padel and More” è fresco d’inaugurazione ed è stato ricavato nella zona dell’ex piscina Sayonara. «Io e Beatrice abbiamo notato come mancasse uno spazio sportivo e ricreativo di questo genere - spiega Bobocica - il progetto è partito con il padel ma verrà allargato anche ad altri sport. In estate organizzeremo dei camp estivi per i più piccoli, attrezzeremo aree per il beach volley e altre discipline. Siamo entrambi molto entusiasti e felici di aver messo finalmente radici qui».

Tutto questo con la possibilità per Mihai di continuare ad allenarsi con regolarità al PalaMazzi, casa della Brunetti Castel Goffredo, pur militando attualmente nella società Apuania Carrara. «E’ una grande fortuna potersi allenare lì con tanti altri atleti originari della zona come i fratelli Mutti, Marco Rech Daldosso e le ragazze della formazione femminile della Brunetti - dice Bobocica -. Gli stimoli non mi mancano: con la mia squadra di club ho vinto tre scudetti dando vita a delle stagioni molto combattute al cospetto della Top Spin Messina. Personalmente ho un obiettivo: quello di provare a qualificarmi per le Olimpiadi di Parigi del 2024, dopo non essere riuscito per un soffio a partecipare a quelle di Rio e Tokyo».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Milan, Salvini contestato durante la festa scudetto: "Vai a lavorare, sei il disonore dell'Italia"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi