Mantova, lavori per 17 milioni in sette scuole: caccia ai fondi di Pnrr e Regione

MDG2020

L’obiettivo dell’amministrazione comunale è di rendere più sicuri gli edifici e più efficienti gli impianti. Previsto un nuovo asilo nido a Te Brunetti

MANTOVA. Nove interventi su sei scuole tra elementari, medie e asili nido e la costruzione di un nuovo asilo nido. Il tutto per una spesa totale di 17 milioni 720mila di euro. Sono, in sintesi, le opere che il Comune ritiene il suo fabbisogno scolastico per i prossimi tre anni e che potrebbero essere finanziati con il Pnrr, il Piano nazionale di ripresa e resilienza, quando saranno emessi i bandi dal ministero dell’istruzione, oppure con il loro inserimento nel programma triennale di edilizia scolastica della Regione.

Per ognuno sono stati predisposti i documenti preliminari alla progettazione redatti dal settore lavori pubblici, a cui seguiranno l’approvazione degli studi di fattibilità (alcuni, però, già esistono) per il loro inserimento nel piano opere pubbliche, passaggio indispensabile per partecipare ai bandi Pnrr. Sul fronte delle palestre, nell’elenco ci sono le due scuole medie Sacchi e Bertazzolo.

Per entrambe il Comune prevede la ristrutturazione degli attuali immobili che le ospitano attraverso il miglioramento sismico, l’adeguamento degli impianti e la riqualificazione igienico-sanitaria. La spesa prevista per la Sacchi (800 metri quadrati) ammonta a 797.840 euro, mentre quella per la Bertazzolo (1.880 metri) un milione 859mila 960 euro. Per la Bertazzolo è in programma anche un corposo intervento sulle strutture per il miglioramento sismico e l’efficientamento energetico: l’investimento sarà di 4.647.400 euro, il secondo più importante dell’intero piano. Il primo è quello previsto all’elementare Nievo dove per la messa in sicurezza della struttura e impianti più performanti si prevede di spendere 6.063.800 euro. Per quanto riguarda la scuola elementare Ardigò, è prevista la costruzione della nuova mensa: ciò significa demolire l’attuale plessino e ricostruirlo di nuovo (700 metri quadrati). La spesa prevista è di quasi 1.400.000 euro.

Verrà anche costruito un nuovo asilo nido a Te Brunetti, in via Platina. Sarà un edificio di 572 metri quadrati in grado di ospitare sessanta bambini. Costerà 1.370.000 euro. Sarà anche ampliata la scuola dell’infanzia Carlo Collodi in modo da istituire una nuova sezione: saranno aggiunti circa 150 metri quadrati spendendo poco meno di 360mila euro. La stessa materna sarà oggetto anche di un intervento di miglioramento sismico e di efficientamento energetico, collegato ai posti in più che si profilano con l’ampliamento. Questa tranche di lavori costerà 544mila euro. Stessi lavori alla scuola dell’infanzia Gianni Rodari, per una spesa di 678mila euro. I lavori individuati per tre delle sei scuole inserite nell’elenco inviato a Regione e Ministero fanno già parte del piano triennale opere pubbliche 2022-2024 del Comune e, quindi, già dispongono degli studi di fattibilità. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

L’inaugurazione della Casa di Comunità di Goito con Fontana e Moratti

La guida allo shopping del Gruppo Gedi