Oltre l’idea della solita scuola: ecco il progetto da 25 milioni

Il sindaco Volpi svela i piani della giunta per il nuovo polo scolastico di San Pietro: «Spazi per la socialità e mobilità sostenibile». E anche un centro per i pasti

CASTIGLIONE. Il Comune di Castiglione ha pronto un progetto di revisione integrale della scuola elementare San Pietro. Un’opera che, spiega il sindaco Enrico Volpi, ha già ottenuto il plauso della dirigenza scolastica «perché propone la costruzione di un nuovo edificio e porta con sé una nuova concezione di scuola». L’edificio e l’area attuale «sono figli di un modo passato di pensare la scuola». Il nuovo progetto, assicura il primo cittadino, «prevede una revisione integrale dell’area, dai parcheggi alla viabilità, dagli spazi esterni a quelli interni dell’edificio».

Queste novità sono frutto anche di un nuovo modo di procedere, spiega sempre il sindaco, «dei nostri uffici e del comparto tecnico che trova le soluzioni adeguate alle linee politiche e alle richieste che formuliamo. Questo ci ha permesso già di ottenere importanti finanziamenti e di essere fiduciosi perché, pur se consapevoli che non tutti i progetti verranno accettati, il modo di proporre progetti innovativi ci consente di essere preparati e attrezzati per questi bandi».

Nella giunta di venerdì scorso è stato approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica della riqualificazione dell’intero polo scolastico San Pietro, opera che comprende tutte e quattro le tipologie di interventi ammessi: la costruzione ex-novo delle elementari San Pietro per 10,5 milioni, 63; la costruzione della mensa per il polo scolastico, e un nuovissimo centro di produzione pasti, per complessivi 2,6 milioni; l’adeguamento sismico e la riqualificazione energetica della scuola media per 7 milioni la realizzazione di impianti sportivi all’aperto per 226mila euro e, infine, la realizzazione di una nuova aula magna/auditorium per 4, 6 milioni.

«Tutto questo – spiega Volpi – ci ha fatto progettare un vero e proprio campus scolastico di concezione innovativa, con ampi spazi di incontro e socializzazione, grande attenzione alla mobilità sostenibile con percorsi ciclabili e pedonali dedicati, aree verdi e accessibili». L’intervento complessivo, dunque, presenta un quadro economico di oltre 25 milioni e ogni tipologia è stata candidata a un bando specifico.

«Ecco perché – dice Volpi– l’attività specifica degli uffici e il loro rinnovato modo di operare diventa importante, decisivo e ci aiuta, perché è già successo con altri fondi che abbiamo ottenuto, di essere fiduciosi».

E conclude: «L’operazione mira a cogliere i primi stanziamenti disponibili nell’ambito dei piani di rilancio promossi dalla Regione e dal Pnrr e consentirebbe di risolvere numerose problematiche che negli anni si sono evidenziate sul plesso di San Pietro, a partire dalla manifesta vulnerabilità sismica ed energetica della scuola elementare. La costruzione di un nuovo e adeguatamente dimensionato centro di produzione e distribuzione pasti porrebbe la parola fine sulle continue problematiche strutturali e funzionali che hanno caratterizzato negli ultimi anni il centro di via Maestri del Lavoro».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Calcio, Juventus: le lacrime inarrestabili di Paulo Dybala per l'addio ai bianconeri

La guida allo shopping del Gruppo Gedi