Contenuto riservato agli abbonati

Picchia la moglie ed è recidivo: stavolta finisce in carcere

L’uomo si trovava ai domiciliari: scatta il codice rosso La donna al sicuro in una struttura protetta

ROVERBELLA. Era agli arresti domiciliari, con il fiato sul collo dei carabinieri ben consapevoli dei suoi comportamenti violenti, inaccettabili. Mesi e mesi di abusi e maltrattamenti della moglie, davanti agli occhi dei figli.

La misura cautelare, disposta dal tribunale di Verona, non lo ha fermato.

La sera dell’Epifania, fuori controllo anche grazie all’abuso dei di alcol, lo ha rifatto. Insulti, minacce e infine le botte.

Video del giorno

Milan, Salvini contestato durante la festa scudetto: "Vai a lavorare, sei il disonore dell'Italia"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi