Contenuto riservato agli abbonati

Picco di malattie professionali e 13 infortuni al giorno nel Mantovano: l’altra faccia della ripartenza dopo gli stop

La Cgil torna a chiedere più controlli: «Spesso procedure per la sicurezza bypassate per aumentare la produzione»

MANTOVA. L’altra faccia della ripartenza produttiva dopo i lockdown sono ben 13 infortuni sul lavoro al giorno e quasi il 40% in più di malattie professionali provocate in gran parte da movimenti ripetitivi o sforzi fisici eccessivi.

Lo zoom sulla nuda fotografia dei dati Inail scattata nel Mantovano tra gennaio a novembre 2021 è della Cgil e guarda oltre un calo di incidenti che rischia di ingannare perché paragonato a un anno di attività pesantemente bloccate dall’emergenza pandemica.

Video del giorno

Calcio, Juventus: le lacrime inarrestabili di Paulo Dybala per l'addio ai bianconeri

La guida allo shopping del Gruppo Gedi