Contenuto riservato agli abbonati

Ponte di San Benedetto: dal vertice esce una soluzione. Si rafforza la sponda e poi si riparte

Per scavare si userà una draga invece degli escavatori. L’ipotesi sarà al centro dell’incontro che si terrà lunedì 24 gennaio

SAN BENEDETTO PO. Un rafforzamento della sponda del fiume e la messa in sicurezza della piattaforma sovrastante. Sarebbe questa l’ipotesi di soluzione per riprendere i lavori emersa ieri nel corso del primo incontro tecnico dopo che venerdì il varo della seconda arcata del nuovo ponte di San Benedetto Po è stato sospeso.

Alla base dello stop ci sarebbe stato un franamento della sponda arginale di Bagnolo San Vito, a fianco del club nautico, tratto sul quale è previsto il transito della maxi arcata metallica, 150 metri di lunghezza per 30 di altezza e 2.200

Video del giorno

Calcio, Juventus: le lacrime inarrestabili di Paulo Dybala per l'addio ai bianconeri

La guida allo shopping del Gruppo Gedi