Riqualificazione edilizia: ammessi progetti per 15 milioni nel Mantovano

Chiuso il bando regionale con l’approvazione di 10 richieste per la nostra provincia. Ora  si attende l’approvazione definitiva da parte del ministero delle Infrastrutture entro il 31 marzo

MANTOVA. Si è chiuso il bando per la riqualificazione dell'edilizia residenziale pubblica lombarda che ha potuto rendere disponibili, grazie al Pnrr e al fondo complementare, 250 milioni di euro a fondo perduto per finanziare 32 proposte progettuali targate Aler e 66 dei Comuni. La misura interesserà più di 2.300 alloggi in regione, con 10 progetti varati per la provincia di Mantova a fronte di un finanziamento richiesto pari a 15 milioni.

Aperta nello scorso novembre, la misura, intitolata  ’’sicuro, verde e sociale’’, deve iniziare ora il percorso di approvazione definitiva da parte del ministero delle infrastrutture, che si esprimerà entro il 31 marzo. Secondo l'assessore alla casa lombardo Alessandro Mattinzoli, che a novembre fu il promotore dell'iniziativa, con questo secondo passaggio può finalmente partire «il Pnrr a favore dei territori», ossia «una concreta e unica opportunità», soprattutto per i piccoli comuni. «Abbiamo voluto coinvolgere anche comuni con meno di 30.000 abitanti, visto che per la prima volta - puntualizza - si è deciso di dedicare a questi una parte delle risorse, in modo che nessuno possa rimanere indietro». Infatti per Mattinzoli «anche nei piccoli centri c'è un patrimonio pubblico che deve essere valorizzato e ristrutturato per dare le giuste opportunità».

L'attenzione è su tre temi: «interventi nei centri a elevato rischio sismico, efficientamento energetico e lavori di riqualificazione edilizia». Su scala provinciale, è Brescia il territorio che vede più progetti approvati: 32, pari a 72,3 milioni di euro. Segue Bergamo con 14 progetti ammessi e Milano con 12, entrambi finanziati con circa lo stesso importo (39,3 milioni). Dieci, appunto, nel Mantovano per 15 milioni. Infine a  Varese approvati 3 progetti per più di 26 milioni e a Monza due per 4,4.

«Visto il grande successo del bando, e constatato che ci sono molte proposte ammissibili, ma al momento non finanziabili, abbiamo inviato al ministero - conclude Mattinzoli - una richiesta per verificare la possibilità di incrementare ulteriormente le risorse disponibili».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Calcio, Juventus: le lacrime inarrestabili di Paulo Dybala per l'addio ai bianconeri

La guida allo shopping del Gruppo Gedi