Addio a Malaggi, fornaio di Mottella per oltre mezzo secolo

Se è spento a 72 anni, nel 2000 se ne era andato il fratello Aldo con cui aveva condiviso l’attività

SAN GIORGIO BIGARELLO. Si sono svolti nel pomeriggio del 24 gennaio i funerali di Adriano Malaggi, 72 anni, per oltre mezzo secolo un volto noto per la gente di Mottella. Insieme con il fratello Aldo, scomparso nell’anno 2000, aveva aperto nei primi anni Settanta del secolo scorso un panificio con annessa vendita di alimentari. La prima bottega si trovava in via Gramsci, poi nel 1985 avvenne il trasferimento nello stabile di via Matteotti. Quella che era una macelleria da allora è diventato un punto di riferimento per molti che ogni mattina vanno a comprare il pane o altro. “Produzione artigianale, pane, schiacciatine, grissini, dolci caserecci” riporta l’insegna sul muro del capannone sul cui lato destro, rispetto al viale d’ingresso, si trova il punto vendita.

«Mio padre e mio zio gestivano l’attività insieme con le rispettive mogli – racconta la figlia di Adriano, Barbara – ora l’attività di famiglia è passata in mano a mia cugina Sonia». Qualche aneddoto? «Mio padre ha sempre avuto una grande passione per il calcio. Negli anni Settanta fece parte, a livello amatoriale, della squadra del San Giorgio. Era un grandissimo tifoso della Juventus, pronto anche a litigare in difesa della squadra».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Calcio, Juventus: le lacrime inarrestabili di Paulo Dybala per l'addio ai bianconeri

La guida allo shopping del Gruppo Gedi