Contenuto riservato agli abbonati

Orari ridotti per frenare le slot, nove Comuni mantovani sono in ritardo

La giunta cittadina approva il nuovo regolamento. L’assessore: «Anche gli altri amministratori del distretto mantengano l’impegno»

MANTOVA. Stop. L’imperativo è mettere in pausa i pendolari dell’azzardo, alienati sulla rotta della propria ossessione: che senso ha spegnere le macchinette in un Comune se in quello accanto si può continuare a giocare senza limiti? Che poi giocare non è nemmeno il termine corretto, perché allude a una dimensione gioiosa del tutto estranea all’esercizio meccanico e disperato delle dita che s’accaniscono a premere e grattare.

Video del giorno

L’inaugurazione della Casa di Comunità di Goito con Fontana e Moratti

La guida allo shopping del Gruppo Gedi