Mantova, le auto già transitano al rondò di via Visi. Ma si allungano i lavori

I lavori, in questo momento, stanno interessando il vicino parcheggio di via Visi dove operai e mezzi sistemano l’area trasformata in un cantiere.

MANTOVA. Il rondò di via Visi comincia ad essere percorribile, anche se ancora in modo parziale. I lavori, infatti, sono ancora in corso e l’impresa che li sta eseguendo, la Vezzola di Lonato del Garda, ha ottenuto una proroga della chiusura della parte finale della stessa Via Visi fino al prossimo 18 febbraio.

Il cantiere, aperto nello scorso mese di ottobre, avrebbe dovuto chiudere a fine gennaio, ma è stato necessario tenerlo aperto ancora per una ventina di giorni. I lavori, comunque, procedono speditamente. La rotatoria è percorribile nel tratto di via Bellonci in direzione viale Montello-via Donati e viceversa. È stata ricavata una controstrada che consente a chi proviene da via Donati-via Bellonci di andare verso viale Montello girando attorno alla rotonda; il traffico proveniente dall’altra direzione prosegue, invece, sulla vecchia via Bellonci.

Resta, invece, ancora chiuso lo sbocco su via Visi. Il traffico, infatti, che viene da una delle strade principali di Te Brunetti, giunto all’altezza di via Borsa si trova davanti uno sbarramento e la deviazione obbligatoria verso quella via. Da lì, poi, si può raggiungere via Donati e uscire dalla città verso Cerese oppure girare su via Amadei e via Bellonci per raggiungere viale Montello e da lì il centro.

I lavori, in questo momento, stanno interessando il vicino parcheggio di via Visi dove operai e mezzi sistemano l’area trasformata in un cantiere. Una volta terminati si metterà mano anche all’area che si trova sull’altro lato della strada, verso la ferrovia. Nel contempo verranno finiti i marciapiedi sui due lati di via Visi per poi dedicarsi alla definitiva sistemazione del rondò; bisogna, infatti, modificare l’attuale viabilità eliminando la controstrada per consentire alla rotonda di svolgere la sua funzione di snodo del traffico tra via Visi e via Bellonci. Poi, con la stagione calda, arriveranno le asfaltature definitive.

L’appalto comunale vinto dalla Vezzola vale 236mila euro (355mila con le somme a disposizione). La rotatoria è il primo passo per far uscire Te Brunetti dal suo isolamento. Quello successivo sarà la riqualificazione di via Amadei, che diventerà a senso unico, e la realizzazione, d’intesa con Rfi, del sottopasso ciclopedonale, già finanziato, tra via Visi e il futuro Parco del Te (oltre al sottopasso ciclopedonale di viale Montello se si troveranno i soldi).

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Elezioni 2022: i 9 mantovani aspiranti candidati per l'alleanza Sinistra italiana-Europa verde

La guida allo shopping del Gruppo Gedi